NEL SILENZIO L’ITALIA CRESCE

NEL SILENZIO L’ITALIA CRESCE

Nel silenzio totale dei media apprendiamo una bella notizia: da quando è stata approvata la manovra sul lavoro la produzione industriale è cresciuta del 2,7% e la borsa italiana ha un surplus di 100 miliardi.

Una bellissima notizia dopo quella di qualche giorno fa, ovvero Italia al primo posto in Europa per aumento della produzione industriale.

Sono piccoli (ma nemmeno tanto piccoli) passi in avanti per dimostrare che il nostro Paese reagisce, sgomita e vuole riprendersi i primi posti dello scenario internazionale. Lavoreremo ancora più sodo perché ve lo dobbiamo.

#M5S #camera #paoloromano

Vecchia politica? No Grazie!

LA VECCHIA POLITICA DEVE MORIRE

Oggi, tra una seduta e l’altra, mi sono messo a pensare. Ho pensato alla Gruber che parla del MoVimento invece di approfondire la questione dell’Umbria.

Ho pensato a come la vecchia politica è riuscita a penetrare tutti i settori, si è fatto strada e ha distrutto piano piano tutto ciò che di buono si potesse fare per il nostro Paese.

Troviamo l’Umbria, con la governatrice indagata, ed arrestati l’assessore regionale ed il segretario regionale, coinvolti nello scandalo sanità.

L’Abruzzo con l’arresto dell’ex governatore per concorsi truccati, candidato alle ultime regionali, 8000 preferenze (chiediamoci perché).

Scendiamo un pochino e troviamo la Puglia, con il governatore Emiliano indagato per abuso d’ufficio per una vicenda legata a finanziamenti durante le primarie che lo hanno visto vincitore.

In Basilicata l’ex governatore è sotto inchiesta per false dichiarazioni.

Chiudiamo in bellezza con la Calabria, regione in cui è indagato il governatore per irregolarità in due appalti, falso e frode in pubbliche forniture.

Questa è la vecchia politica, quella che si è ingrassata con i vostri soldi, quella che ha trovato nei fondi pubblici un pozzo senza fondo da cui attingere per scopi personali e politici. E poi ci siamo noi.

Noi che restituiamo soldi che ci spettano per legge, che lavoriamo senza sosta, che non faremmo mai sparire 49 milioni, che cacciamo a pedate chi sbaglia subito dopo aver appreso la notizia del suo errore.

Non permettete alla vecchia politica di schiacciarvi ancora. Alzate la testa.

#M5S #camera #paoloromano

Nuovo hashtag per il PD #facciamoRetata

ATTACCANO NOI MA ARRESTANO LORO

Bocci e Barberini, rispettivamente segretario umbro e Assessore Regionale marcati PD, sono stati arrestati dalla GdF in ambito di un’indagine riguardante presunte assunzioni irregolari nella sanità. Indagata anche la presidente della regione Marini, ma non si conoscono i fatti a lei addebitati.

Non male la nuova gestione del partito targata Zingaretti, dopo la proposta Zanda (tesoriere) di aumentare gli stipendi ai parlamentari, si continua con la striscia sempre positiva degli indagati.

Guardando agli ultimi sette anni di vita politica troviamo 1043 esponenti del PD arrestati, 978 del cdx e uno solo dei nostri, cacciato appena notificato il reato.

Se non smetterete di votarli voi spariranno comunque.

Lanciamo il nuovo hashtag del PD #facciamoretata

#M5S #camera #paoloromano

L’INDUSTRIA RIPARTE!

“Con i dati positivi registrati a gennaio e febbraio (rispettivamente +1,9 e +0,8%), l’industria italiana si candida a sorpresa a fare da locomotiva che traina l’aumento della produzione industriale dell’Eurozona nel primo trimestre del 2019”.

Inizia così l’articolo del fatto quotidiano che mette a tacere parole parole e parole al vento. Sappiamo che si potrebbe fare di più, ma abbiamo ereditato un paese in ginocchio.

Siamo davanti a Francia e Spagna, con una Germania in difficoltà.

Finalmente si vede il lontananza uni spiraglio per uscire dalla recessione, lo confermano anche Lorenzo Totaro e Giovanni Salzano di Bloomberg, l’agenzia che ha elaborato i dati e stimato la crescita.

Un’eredità pesante lasciataci da chi ha governato prima, stiamo lavorando senza sosta per cancellarla e far ripartire l’Italia. Dateci il tempo necessario.

#M5S #camera #paoloromano

6,2 MILIONI PER ASTI E PROVINCIA

Ieri vi avevo parlato del Comune di Asti, oggi voglio parlarvi della Provincia di Asti; con la Norma Fraccaro inserita nel Dl Crescita saranno in totale 6.160.000,00€ i fondi destinati all’efficientamento energetico e sviluppo sostenibile.

Stiamo dando un segnale forte, un cambiamento di rotta in confronto agli anni di lacrime e sangue, di sacrifici ed abbandono del territorio.

Si riparte dai comuni per ridare lustro al Paese. Non molliamo di un centimetro.

#m5s #camera #paoloromano

Norma Fraccaro per i nostri comuni

NORMA FRACCARO PER I NOSTRI COMUNI

Saranno 500 i milioni stanziati nel Decreto Crescita destinati ad un piano per straordinario di investimenti per i comuni italiani.

Efficientamento energetico e sviluppo sul territorio, 8000 cantieri diffusi su tutto il territorio nazionale, in base al numero di abitanti i comuni riceveranno da un minimo di 50.000€ ad un massimo di 250.000€, 170.000€ nel caso del Comune di Asti.

Dopo tagli ed austerity, finalmente i Comuni potranno finanziare progetti per una città più smart e green, con opere eco sostenibili, rimuovere le barriere architettoniche e mettere in sicurezza scuole, strade e ponti.

Con noi la spesa per i comuni aumenta del 21,8%. Giorno dopo giorno noi mettiamo in campo passi concreti per il Paese.

#M5S #camera #paoloromano via Paolo Nicolò Romano

Taglio Pensioni D’oro

TAGLIAMO LE PENSIONI D’ORO DI MONTECITORIO

Il buon esempio parte da qui. Dal palazzo. Non possiamo chiedere sacrifici senza dimostrare di essere pronti a farne per primi.

Per questo abbiamo deciso di tagliare le pensioni degli ex dipendenti della Camera che recepiscono dai 100.000€ in su all’anno. Il taglio sarà del 15% per chi percepisce dai 100.000 ai 130.000 euro l’anno, 25% per chi prende dai 130.000 ai 200.000 euro, del 30% dai 200.000 e i 350.000 euro, del 35% dai 350.000 ai 500.000 euro ed infine del 40% per pensioni sopra il 500.000 euro l’anno.

Con questo taglio si possono risparmiare 20 milioni di euro l’anno per 5 anni, sommati ai vitalizi fanno 60 milioni di euro l’anno imputabile solo alla Camera dei Deputati.

Fatti concreti per riavvicinare le persone alla politica, per far capire che la politica si fa per i cittadini non per i soldi.

#M5S #camera #paoloromano via Paolo Nicolò Romano

Sanità: 41.000 assunzioni

DOPO 15 ANNI FACCIAMO RIPARTIRE LE ASSUNZIONI NELLA SANITÀ!

Medici e operatori sanitari affrontano da anni il blocco del turn over con tanti sacrifici e senso di responsabilità, una situazione che perdura da 15 anni.

Grazie al nostro intervento ci saranno ben 41.000 assunzioni su tutto il territorio italiano.

Finalmente c’è un governo che si impegna con determinazione per favorire il ricambio generazionale nella sanità italiana e dare la possibilità a migliaia di giovani laureati di mettere a disposizione le proprie competenze qui in Italia.

Aumentiamo il personale sanitario e stabilizziamo i precari, questo è il nostro obiettivo.

#m5s #camera #paoloromano via Paolo Nicolò Romano

Spazzacorroti va al Senato

Ieri, 22 novembre, è stata approvata alla camera la legge Spazzacorrotti. Una legge frutto della riforma proposta dal Ministro Bonafede, una misura che il nostro Paese aspetta da più di vent’anni ma che, con gli altri governi, non sarebbe mai arrivata. Perché è difficile far scrivere una legge contro i corrotti ai corrotti.

Si cambia registro, la palla adesso passa al senato per correggere “l’incidente di percorso” ed eliminare l’emendamento sul peculato, ed entro la fine di dicembre l’approvazione finale.

• Trasparenza e controllo sui partiti, in modo tale che ogni cittadino sappia chi finanzia la campagna elettorale;
• Stop alla prescrizione;
• Daspo per i corrotti e i corruttori, fino ad un massimo di 5 anni, e daspo a vita per i corrotti condannati a più di due anni di reclusione;
• Agenti provocatori nella pubblica amministrazione;
• Le società che saranno coinvolte in reati contro la PA avranno sanzioni per un periodo più lungo, cioè per una durata non inferiore a 4 anni;
• I beni confiscati ai corrotti con la condanna di primo grado potranno essere trattenuti dallo Stato anche in caso di prescrizione o di amnistia

Questi alcuni dei punti chiave della riforma.

Ieri chi intascava mazzette tornava in ufficio il giorno dopo, chi corrompeva sapeva di aver un ampio margine di libertà, chi si pentiva non era aiutato perché lo Stato non dava sicurezza. Oggi, con il Governo del Cambiamento, non sarà più così.

Lavoriamo giorno e notte per rimanere al fianco dei cittadini. Continueremo così affinché questo Paese abbia il lustro che si merita.