Vecchia politica? No Grazie!

LA VECCHIA POLITICA DEVE MORIRE

Oggi, tra una seduta e l’altra, mi sono messo a pensare. Ho pensato alla Gruber che parla del MoVimento invece di approfondire la questione dell’Umbria.

Ho pensato a come la vecchia politica è riuscita a penetrare tutti i settori, si è fatto strada e ha distrutto piano piano tutto ciò che di buono si potesse fare per il nostro Paese.

Troviamo l’Umbria, con la governatrice indagata, ed arrestati l’assessore regionale ed il segretario regionale, coinvolti nello scandalo sanità.

L’Abruzzo con l’arresto dell’ex governatore per concorsi truccati, candidato alle ultime regionali, 8000 preferenze (chiediamoci perché).

Scendiamo un pochino e troviamo la Puglia, con il governatore Emiliano indagato per abuso d’ufficio per una vicenda legata a finanziamenti durante le primarie che lo hanno visto vincitore.

In Basilicata l’ex governatore è sotto inchiesta per false dichiarazioni.

Chiudiamo in bellezza con la Calabria, regione in cui è indagato il governatore per irregolarità in due appalti, falso e frode in pubbliche forniture.

Questa è la vecchia politica, quella che si è ingrassata con i vostri soldi, quella che ha trovato nei fondi pubblici un pozzo senza fondo da cui attingere per scopi personali e politici. E poi ci siamo noi.

Noi che restituiamo soldi che ci spettano per legge, che lavoriamo senza sosta, che non faremmo mai sparire 49 milioni, che cacciamo a pedate chi sbaglia subito dopo aver appreso la notizia del suo errore.

Non permettete alla vecchia politica di schiacciarvi ancora. Alzate la testa.

#M5S #camera #paoloromano

Un pensiero su “Vecchia politica? No Grazie!

  1. Pingback: Vecchia politica? No Grazie!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.