Spread 231

SPREAD AI MINIMI DA SETTEMBRE 2018

Lo spread, aggiornato alle ore 12.02, è a 231.70, il picco più basso da settembre 2018. Questo è un segnale chiaro: lasciateci lavorare in pace con le nostre idee di Paese. Segnale che, quando non ci sono inutili dissapori, riusciamo a portare avanti l contratto di Governo.

Andiamo avanti.

#m5s #camera #paoloromano

Grazie destra e sinistra, tornano i vitalizi anche in Calabria

TUTTI FAVOREVOLI

Sono passati pochi giorni dalla reintroduzione dei vitalizi, sotto falso nome, nella Regione Sardegna ed ecco che c’è chi segue l’esempio.

E sono tutti d’accordo, destra e sinistra sotto un unico cielo, quello dei privilegi.

A votazione la reintroduzione dei vitalizi per la Regione Calabria, ha vinto il SÌ ovviamente.

A voi i commenti.

#M5S #camera #paoloromano #vitaliziomonamour

Vitalizio mon amour

È ARRIVATO BABBO SOLINAS

Due regali in un solo giorno, dopo i 3 milioni a Radio Radicale ecco che Christian Solinas, a 90 giorni dal voto ha affidato la maggioranza al cdx, come prima mossa politica forte decide di ripristinare i vitalizi, cambiandone il nome.

Sono solo 2 le regioni a non essersi adeguate all’accordo voluto dal M5S per il taglio dei vitalizi, sarebbero 3 nel caso in cui Solinas decidesse di riattivare questo vergognoso privilegio.

L’ennesima truffa semantica, che porta sempre ad un solo risultato: lo spreco di denaro pubblico. È così che, da vitalizi siamo passati a “indennità differite”.

A voi le conclusioni.

#M5S #camera #paoloromano

Ancora soldi buttati per Radio Radicale

IL NOSTRO NO RADICALE

3 milioni. Ecco quanto costa questo sì della Lega. 3 milioni delle vostre tasse andranno ad una radio privata, e la Lega spacca il Governo per appoggiare PD e Forza Italia.

Radio Radicale ha ricevuto sino ad ora 250 milioni di euro, ne vogliono altri 3 e poi altri 4 nel 2020, dopo che, nel 2019, erano stati già stanziati 9 milioni. Una sorpresa non gradita, ma che non ci fermerà, perché noi in quel decreto Crescita abbiamo deciso di inserire circa 2 miliardi per le imprese, la riduzione dell’Ires per le aziende e la deducibilità dell’Imu per i capannoni (fino al 70%), abbiamo inserito incentivi fiscali per i ricercatori e i lavoratori che rientrano dall’estero, agevolazioni per i condomini che sceglieranno di riqualificare dal punto di vista energetico il loro edificio.

Queste sono le nostre priorità, questo è quello che vogliamo per il nostro Paese. Andiamo avanti, non nascondendo l’amarezza.

#M5S #camera #paoloromano

Telco per l’Italia 2019

BASTA FAKE NEWS E DISINFORMAZIONE

Come detto oggi durante l’incontro organizzato da Corecom con i rappresentanti delle Telco, è ora di dire basta alle fake news e alla disinformazione relativa all’argomento 5G.

Non smetterò mai di ripetere che la sicurezza è già garantita dai limiti sulle emissioni fissati per legge, sensibilmente inferiori rispetto ai limiti europei, che una maggior numero di antenne non vuol dire un maggior numero di emissioni ma esattamente il contrario. Immaginate di dover irrigare un campo con una pompa ad un getto solo oppure con tante pompe sparse su tutta la superficie. In quale delle due opzioni avrò bisogno del getto più forte e lungo?

Stiamo lavorando con le orecchie tese verso ogni singolo soggetto interessato, per questo è in piedi da mesi un’indagine conoscitiva, nata per tutelare il benessere e la salute dei cittadini.

Nessuna logica di mercato, solo uno sguardo al futuro, nella totale attenzione dell’interesse pubblico.

#m5s #camera #paoloromano

Ripartiamo dai cantieri

SBLOCCA-CANTIERI

Lo #sbloccacantieri è realmente il decreto che l’Italia aspetta da tempo per veder ripartire il mondo delle costruzioni. Basta guardare un dato fornitoci dall’ANCE (Associazione costruttori edili) e dall’UPI (unione delle province) : sono circa 600 le opere bloccate per un valore complessivo di circa 50 miliardi di euro, 1712 le piccole opere con un progetto concluso ma ferme al via per vincoli amministrativi.

in Italia passano in media due anni per realizzare lavori di ammontare inferiore a 100.000 euro e fino a quindici anni per lavori di valore superiore a 100 milioni.

La semplificazione, velocizzazione, attuazione concreta sono le strade da seguire per evitare ancora una volta la stagnazione dei progetti e le infiltrazioni mafiose.

La sospensione del codice degli appalti fino al 31 dicembre 2020 riguarda principalmente tre punti:

• Sospeso l’obbligo per i Comuni non capoluogo di provincia di rivolgersi a centrali appaltanti. Questo significa che i Comuni medesimi potranno gestire autonomamente le procedure
• Sospeso l’obbligo di scegliere i commissari di gara tra gli esperti iscritti all’albo Anac (che comunque era una norma di fatto mai andata a regime, vista l’incompletezza dell’albo e la perdurante carenza di candidati)
• Sospeso il divieto di ricorrere all’affidamento congiunto di progettazione ed esecuzione dei lavori (diventa quindi possibile usare il cosiddetto “appalto integrato”)

Grazie a noi del MoVimento è stata cancellata è stata cancellata la sospensione che fissava al 30% il limite massimo del subappalto, resta l’obbligo di indicare separatamente gli oneri di sicurezza (pena l’esclusione dalla gara), non viene sospesa, come voleva l’emendamento della Lega, la norma del Codice appalti che prevede un limite del 30% per il punteggio economico nell’ambito della procedura da aggiudicare tramite il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, vengono introdotte le nuove soglie di affidamento dei lavori:

• Da 0 a 40 mila euro affidamento diretto
• Da 40mila a 150mila affidamento diretto previa valutazione di tre preventivi, se esistenti
• Da 150mila a 350mila mediante procedura negoziata previa consultazione di almeno 10 operatori, se esistenti
• Da 350mila a 1milione mediante procedura negoziata previa consultazione di almeno 15 operatori se esistenti

Negli emendamenti troviamo, infine, la lotta contro gli strapoteri dei concessionari autostradali (lasciati liberi di fare per troppo tempo), l’introduzione del super commissario nei cantieri, la nomina di un commissario straordinario per la messa in sicurezza ed il miglioramento della rete stradale siciliana e tanto altro, studiato per migliorare le condizioni del nostro Paese e, soprattutto, dei cittadini.

Andiamo avanti, come sempre a testa bassa.

#M5S #camera #paoloromano

5G: sicurezza e innovazione

LAVORIAMO IN SICUREZZA E TRASPARENZA

Ho appreso dai miei colleghi che alcuni parlamentari hanno lanciato un appello per chiedere ai sindaci di interrompere la sperimentazione del 5G.

Questo dimostra, ancora una volta, quanta scarsa informazione ci sia sull’argomento. Punto primo, hanno dimostrato di non conoscere i limiti attuali che non verranno alzati con l’avvento del 5G. Ripeterò fino a che questo concetto non sarà chiaro a tutti che i limiti del nostro Paese sono di gran lunga inferiori (10 volte) rispetto al resto d’Europa e che, soprattutto, non ci sarà nessuna logica di mercato così grande da oscurare il bene e la salute dei cittadini.

Punto secondo, già da diversi mesi la Commissione Trasporti Poste e Telecomunicazioni della Camera dei deputati ha avviato un’indagine conoscitiva sulle nuove tecnologie delle telecomunicazioni, tuttora in corso, che coinvolge tutti gli attori in gioco. Questo mezzo ci permette di valutare tutte le carte in tavola dal punto di vista scientifico, nel pieno rispetto del bene comune.

È lecito avere timori, strumentalizzare facendo leva sulle paure delle persone no. Basta fake news, apriamoci al dialogo.

#M5S #camera #paoloromano #5G

Campobasso a 5 stelle!

RIALZIAMO LA TESTA

Che bella vittoria a Campobasso per il nostro sindaco Roberto Gravina! Con il 69% vince il ballottaggio, anche lui da solo contro la coalizione di centrodestra capitanata da Maria Domenica D’Alessandro (che arriva a meno della metà 30,93%).

Questo deve essere l’inizio, il punto da cui ripartire. Imparando dai nostri errori dobbiamo crescere per ottenere sempre risultati come questo!

Un enorme in bocca al lupo al neo sindaco pentastellato, Roberto Gravina! A riveder le stelle!

#M5S #camera #paoloromano #gravina #campobasso

5G si parte!

PARTE IL 5G!

Finalmente un gran bel passo per il nostro Paese. Con il progetto Vodafone “Giga Network” il #5G è realtà! Sono state accese le prime antenne a Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli!

Sarà inoltre consentito il roaming in Germania, Francia, Spagna e Regno Unito.

Per ora sono 3 i dispositivi supportati, ma presto ne arriveranno molti altri.

Possiamo cominciare a pensare in grande, internet delle cose, evoluzione costante e miglioramento delle condizioni di vita! Andiamo avanti e portiamo l’Italia in vetta!

#M5S #camera #paoloromano

CARA ITALIA TI SCRIVO…

Sono anni che l’Italia da e non riceve, anni che veniamo lasciati da soli, ignorati (vedi questione migranti che tanto ha portato fortuna alle destre in rimonta).

Non accettiamo che ci facciano la morale, per questo è il Nostro dovere andare in Europa, sederci al tavolo, e far valere le ragioni del nostro paese e dei nostri programmi, e ci andiamo con il proposito di costruire insieme, non di distruggere.

Paghiamo le colpe degli altri, i debiti che gli altri hanno contratto per elargire “bonus-mancette” che però si sono trasformati in boomerang! Noi adesso chiediamo spazio di manovra per tutelare i diritti dei cittadini, aiutare famiglie, imprese, scuole e migliorare la sanità pubblica.

Noi non ci spaventiamo, e soprattutto non ci arrendiamo.

#M5S #camera #paoloromano