Il Decreto Dignità funziona!

DECRETO DIGNITÀ, PIÙ STABILITÀ PER LE FAMIGLIE

Il Decreto Dignità da i suoi frutti. Nei primi due mesi del 2019 i contratti trasformati in tempo indeterminato sono 208.560, ovvero l’82% in più dei primi due mesi del 2018 e addirittura +119% contratti stabili in generale.

A confermarlo è l’Osservatorio del Precariato dell’INPS, le cessazioni sono 792.000, in calo sempre rispetto al primo bimestre 2018.

Vi avevamo detto che ci saremmo impegnati per ridare lo slancio necessario al mercato del lavoro italiano. L’industria riparte, trainiamo l’Europa, il lavoro diventa più stabile e le famiglie hanno più sicurezza per crescere.

Tutti segnali di una ripresa, lenta è vero, ma che il Paese aspetta da tempo. Andiamo avanti a testa bassa.

#M5S #camera #paoloromano

L’IVA NON AUMENTERÀ

Lo abbiamo detto dall’inizio, lo ripetiamo da sempre: con noi al Governo l’IVA non aumenta. Il nostro obiettivo primario è ridurre le tasse per le famiglie e le imprese, ma questo NON sarà fatto attraverso l’aumento dell’IVA, né tantomeno inserendo nuove tasse.

L’aumento resta legato alle clausole di salvaguardia per il 2020, le soluzioni per evitarlo ci sono già e sono sul tavolo, come ha più volte ribadito il nostro Ministro Luigi Di Maio, quello che serve è la volontà politica, e da parte nostra c’è.

E non vogliamo farlo perché il nostro Paese, i nostri cittadini, commercianti, consumatori, i nostri imprenditori non possono permetterselo.

Sono stati anni di lacrime e sangue, anni in cui si aumentavano le tasse per mantenere in piedi privilegi medievali a scapito della collettività, anni in cui sono stati richiesti sacrifici enormi agli italiani. Questo Governo ha deciso di fare un passo indietro e mettere al primo posto i cittadini. E continueremo a farlo.

#M5S #camera #paoloromano

COMBATTIAMO IL MOBBING

Cos’è il mobbing? Si parla di questo fenomeno quando, in ambito lavorativo, un dipendente subisce comportamenti vessatori, intimidatori, discriminatori ripetuti nel tempo in maniera sistematica. Questi atteggiamenti possono compromettere la salute psico-fisica della persona e lo svolgimento normale della propria carriera lavorativa.

Per questo il MoVimento 5 Stelle porta avanti la propria proposta (già online sulla piattaforma Rousseau) chiara e decisa per combattere alla radice il problema: chiunque compia atti di questo genere verrà punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni ed una multa da 30mila a 100mila euro, con un aumento della pena pari alla metà qualora il fatto sia commesso nei confronti di una donna in stato di gravidanza o nel corso dei primi quattro anni di vita del figlio.

La qualità del lavoro non si misura solo in ore lavorate, salario e giorni di riposo. Ogni passo va tutelato, ogni trasgressore va punito. Altro punto importante da portare avanti dopo la proposta sul salario minimo, sulla diminuzione delle ore lavorative, il reddito di cittadinanza.

Non dimentichiamo nessuno, lo Stato torni Stato.

#M5S #camera #paoloromano #mobbing

E IO PAGO!

E IO PAGO!

Votateli di nuovo e pagate due volte. Catiuscia Marini, governatrice dell’Umbria targata PD, si dimette dopo gli scandali che la vedono coinvolta legati ai concorsi pubblici truccati nella sanità.

E così, anche in questa regione, si ritorna al voto a novembre…e i contribuenti pagano ancora una volta la mala politica.

Ora sta a voi. Rivotateli e nulla cambierà. Rivotateli e al suo posto ne arriverà un altro, e così via.

Oppure osate, provate qualcosa di nuovo, provate una forza politica che iè slegata dai poteri secolari, dalla tentazione della corruzione, dalle mire personali. Ma, soprattutto, una forza politica che ha dimostrato serietà nel momento in cui si sono presentate dinamiche simili, che ha cacciato immediatamente chi ha sbagliato.

Abbiate il coraggio di cambiare.

#M5S #camera #paoloromano

Internet per tutti

Ci sono luoghi, paesini, cittadine nel nostro paese che sono difficili da raggiungere. Non per questo, però, vuol dire che debbano essere lasciati al loro destino, indietro anni luce in confronto ad un futuro che vuole far suo la velocità e la connettività.

Come più volte ha richiesto l’Europa, potremmo sfruttare la tecnologia FWA (Fixed Wireless Access) usando la banda 5,8GHz. Molti paesi dell’UE già la usano, oltre che a scopo militare, a scopo civile per connettere cittadini ed imprese.

Questo vorrebbe dire internet non solo per chi è raggiunto dal cablaggio. Il MiSE sta lavorando con il Ministero della Difesa per portare a compimento l’assegnazione della banda 5,8 GHz per questo scopo, sono contento dell’impegno profuso per limitare il digital divide, dopo l’enorme sforzo fatto con il progetto Piazza Wi-Fi, hotspot gratuiti per comuni piccoli e piccolissimi.

Tante idee, semplici ma efficaci, per colmare i gap che ci hanno lasciato anni di mala politica.

Cosa ne pensate?

#M5S #camera #paoloromano #fwa

NEL SILENZIO L’ITALIA CRESCE

NEL SILENZIO L’ITALIA CRESCE

Nel silenzio totale dei media apprendiamo una bella notizia: da quando è stata approvata la manovra sul lavoro la produzione industriale è cresciuta del 2,7% e la borsa italiana ha un surplus di 100 miliardi.

Una bellissima notizia dopo quella di qualche giorno fa, ovvero Italia al primo posto in Europa per aumento della produzione industriale.

Sono piccoli (ma nemmeno tanto piccoli) passi in avanti per dimostrare che il nostro Paese reagisce, sgomita e vuole riprendersi i primi posti dello scenario internazionale. Lavoreremo ancora più sodo perché ve lo dobbiamo.

#M5S #camera #paoloromano

Vecchia politica? No Grazie!

LA VECCHIA POLITICA DEVE MORIRE

Oggi, tra una seduta e l’altra, mi sono messo a pensare. Ho pensato alla Gruber che parla del MoVimento invece di approfondire la questione dell’Umbria.

Ho pensato a come la vecchia politica è riuscita a penetrare tutti i settori, si è fatto strada e ha distrutto piano piano tutto ciò che di buono si potesse fare per il nostro Paese.

Troviamo l’Umbria, con la governatrice indagata, ed arrestati l’assessore regionale ed il segretario regionale, coinvolti nello scandalo sanità.

L’Abruzzo con l’arresto dell’ex governatore per concorsi truccati, candidato alle ultime regionali, 8000 preferenze (chiediamoci perché).

Scendiamo un pochino e troviamo la Puglia, con il governatore Emiliano indagato per abuso d’ufficio per una vicenda legata a finanziamenti durante le primarie che lo hanno visto vincitore.

In Basilicata l’ex governatore è sotto inchiesta per false dichiarazioni.

Chiudiamo in bellezza con la Calabria, regione in cui è indagato il governatore per irregolarità in due appalti, falso e frode in pubbliche forniture.

Questa è la vecchia politica, quella che si è ingrassata con i vostri soldi, quella che ha trovato nei fondi pubblici un pozzo senza fondo da cui attingere per scopi personali e politici. E poi ci siamo noi.

Noi che restituiamo soldi che ci spettano per legge, che lavoriamo senza sosta, che non faremmo mai sparire 49 milioni, che cacciamo a pedate chi sbaglia subito dopo aver appreso la notizia del suo errore.

Non permettete alla vecchia politica di schiacciarvi ancora. Alzate la testa.

#M5S #camera #paoloromano

Nuovo hashtag per il PD #facciamoRetata

ATTACCANO NOI MA ARRESTANO LORO

Bocci e Barberini, rispettivamente segretario umbro e Assessore Regionale marcati PD, sono stati arrestati dalla GdF in ambito di un’indagine riguardante presunte assunzioni irregolari nella sanità. Indagata anche la presidente della regione Marini, ma non si conoscono i fatti a lei addebitati.

Non male la nuova gestione del partito targata Zingaretti, dopo la proposta Zanda (tesoriere) di aumentare gli stipendi ai parlamentari, si continua con la striscia sempre positiva degli indagati.

Guardando agli ultimi sette anni di vita politica troviamo 1043 esponenti del PD arrestati, 978 del cdx e uno solo dei nostri, cacciato appena notificato il reato.

Se non smetterete di votarli voi spariranno comunque.

Lanciamo il nuovo hashtag del PD #facciamoretata

#M5S #camera #paoloromano

L’INDUSTRIA RIPARTE!

“Con i dati positivi registrati a gennaio e febbraio (rispettivamente +1,9 e +0,8%), l’industria italiana si candida a sorpresa a fare da locomotiva che traina l’aumento della produzione industriale dell’Eurozona nel primo trimestre del 2019”.

Inizia così l’articolo del fatto quotidiano che mette a tacere parole parole e parole al vento. Sappiamo che si potrebbe fare di più, ma abbiamo ereditato un paese in ginocchio.

Siamo davanti a Francia e Spagna, con una Germania in difficoltà.

Finalmente si vede il lontananza uni spiraglio per uscire dalla recessione, lo confermano anche Lorenzo Totaro e Giovanni Salzano di Bloomberg, l’agenzia che ha elaborato i dati e stimato la crescita.

Un’eredità pesante lasciataci da chi ha governato prima, stiamo lavorando senza sosta per cancellarla e far ripartire l’Italia. Dateci il tempo necessario.

#M5S #camera #paoloromano