Renzi spende oltre 70.000€ in 2 giorni per propagandare gli pseudo risparmi della riforma…


Che Renzi abbia la passione per i voli di Stato è cosa notoria. L’abbiamo visto in numerose occasioni: dal viaggio a Courmayeur con a seguito la sua famiglia, all’acquisto per puro diletto dell’Air Force Renzi, un Airbus A 340-500 dal costo di 168,2 milioni di euro.

Ora per percorrere a tappe forzate il territorio nazionale, è più utile e pratico utilizzare gli elicotteri. Non importa se è vietato usare voli di Stato per ragioni elettorali e per tratte di pochi chilometri. Il 22 ottobre scorso infatti c’era da attraversare lo stretto di Messina per arrivare a Reggio Calabria. Maledizione il ponte sullo stretto ancora non c’è! Che si fa? Semplice! Si fa arrivare dalla base di Pratica di Mare (Pomezia) un elicottero per il trasbordo. Ci ha impiegato solo 15 minuti. Chiaramente per il trasbordo, ma ben 2 ore e mezza per il volo di andata e due ore e mezza per il ritorno a Pratica di Mare. In totale 5 ore e mezza (considerando il trasbordo) costati 32.500 euro di cui 17 mila euro di solo carburante. Tutto questo solo per la traversata dello stretto. Ennesimo episodio il 19 novembre scorso.

Questa volta Renzi è in Lucania (Potenza), sempre per la campagna referendaria. Occorre arrivare a Matera distante 102 km, un’oretta di macchina. Ma il tempo è turbolento. L’elicottero potrebbe avere problemi. Si va in macchina? Ma siete pazzi! Stiamo parlando del Premier. Fate arrivare da Roma un elicottero SAR (search and rescue) un velivolo specializzato in soccorsi in servizio quel giorno per garantire il pronto intervento in tutto il sud Italia. Non si tratta in fin dei conti di un intervento di soccorso? Per di più del Premier? Infatti prontamente in elisoccorso è stato trasportato sano e salvo prima fino a Matera e poi da lì fino a Caserta dove si è potuto imbarcare su un altro veivolo di Stato.

Costi stimati 71.500 euro di cui 35 mila euro solo di carburante. Che sarà mai! È pur sempre il Premier! È vero che l’elisoccorso non è un elicottero adibito a voli di Stato e allora? Angelino Alfano non usa regolarmente gli elicotteri di Frontex per scopi personali? Un Premier non è certo meno del suo ministro dell’interno.

Ma chi è che autorizza tutti questi voli di Stato?

È un sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, un dipendente di Renzi di nome Claudio De Vicenti. Persona coerente! Infatti è lo stesso che il 24 ottobre scorso si è autorizzato un volo da Roma a Roma o meglio da Roma a Pratica di Mare che è a due passi da Roma. Si è concesso un servizio taxi volante facendosi prelevare dalla Caserma Macao di Roma, fino a Pratica di Mare da dove è ripartito con un altro volo di Stato per Taranto. Tutto questo per bypassare il traffico romano. Servizio taxi costato 7 mila euro a fronte di 50€ (esagerando) dati ad un buon tassista.

Che volete che sia! Deve pure il Governo poter volare dappertutto nel nostro Paese per sostenere la causa dei risparmi prodotti dalla riforma costituzionale votando SI?

Rispondi