Interrogazione Askoll (Ex. Ceset)

askoll

Oggi ho depositato negli uffici della commissione XI Lavoro pubblico e privato, un’interrogazione rivolta al Ministro del lavoro, per quanto concerne la delocalizzazione e la conseguente chiusura dello stabilimento Askoll di Castell’Alfero.

L’interrogazione scritta e condivisa con le RSU (rappresentanti sindacali unitari) chiede, quali iniziative intende intraprendere il governo per:

  1. Scongiurare il pericolo di chiusura, delocalizzazione e esternalizzazione delle attività.
  2. Promuovere un piano industriale che incentivi la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica in quei settori in cui possiamo acquisire una leadership mondiale come la mobilità eco-sostenibile.
  3. Accertare che la delocalizzazione di immobilizzazioni materiali e di know how tecnologico, e tutto ciò che concerne le proprietà intellettuali registrate e non, effettuata da Askoll verso i suoi stabilimenti esteri, in particolare Slovacchia, Romania e Cina, sia avvenuta nel rispetto della vigente normativa fiscale in termini di trasfer price.
  4. Verificare l’impatto sul bilancio dello Stato dei finanziamenti pubblici erogati in questi anni all’Azienda e a Società del gruppo, da tutti i livelli istituzionali, direttamente per ricerca, innovazione e sviluppo di prodotti e indirettamente sotto forma di trattamenti previdenziali ed assistenziali, come il ricorso alla CIGS (cassa integrazione guadagni straordinaria) e ai Contratti di Solidarietà, per i suoi dipendenti.
  5. Appurare se le motivazioni addotte dalla Askoll, per delocalizzare le sue attività e i suoi prodotti all’estero, siano eticamente ed economicamente effettivamente fondate oppure se siano dettate unicamente da logiche finanziarie di natura speculativa.

L’interrogazione è stata firmata oltre che da me e Daniele Pesco, con il quale ho incontrato i lavoratori al presidio davanti alla fabbrica, da tutti i deputati del M5S della commissione lavoro.
Auspico inoltre, vista la situazione di assoluta emergenza, che anche i deputati di altri schieramenti politici, in particolare gli eletti del territorio astigiano possano condividerla e firmarla.

Questo il testo completo dell’interrogazione: STABILIMENTO ASKOLL P&C – interrogazione

Rispondi