ENAV: assurdo perdere 40% di società in salute

italia-in-vendita-federalismo-euroatlantismo-l-pck_es1

Enav Spa si è appena aggiudicata la gara internazionale per la gestione del più grande progetto di sviluppo aeroportuale presso  il DubaiWorld Central Airport. In un contesto di tale capacità di gestione, innovazione, e rapidità nel cogliere le occasioni di sviluppo, suona ancora più paradossale l’ultimo decreto del Governo Letta, che mette sul mercato il 40% di Enav Spa.
Il Movimento 5 Stelle é da sempre contrario alle privatizzazioni tout court, basate sull’assunto che il privato é meglio del pubblico e ritiene che i problemi delle aziende pubbliche tutte, siano da ricercare in ambiti politici e di mala gestione che, purtroppo, sempre più spesso influiscono sui risultati di tali aziende. Siamo contrari alla logica per cui nel momento i cui le aziende devono investire, si ricorre ai soldi pubblici,  mentre quando si tratta di guadagnare subentra il privato.

 Pertanto, manifestiamo il nostro plauso, per questa nostra eccellenza in campo aeronautico, e ribadiamo  che non è accettabile la svendita di una parte di un azienda pubblica che ha bilanci in utile, performance tecnologiche di tutto rispetto, e produce occupazione, sicurezza e benessere, oltre ad essere un fondamentale asset strategico per il Paese.

Proprio a proposito degli assets, per quelli legati alla sicurezza nazionale non c’è privatizzazione che tenga. La loro importanza strategica va al di là dell’immediato ritorno economico, e genera come nel nostro caso, ripercussioni così devastanti da mettere sin d’ora in dubbio la nostra possibilità e capacità di portare il nostro Paese al di fuori della crisi in atto.

 

Rispondi