La grandiosa Cittadella di Alessandria

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grandiosa Cittadella di Alessandria,
Tiziana Beghin, mia collega europarlamentare, ed io ti
scriviamo questa per… chiederti scusa.Sì, proprio per questo: chiederti scusa.
Ti abbiamo fatto visita sabato scorso e ancora siamo qui a pensarti, sconcertati per lo stato in cui versi.
Camminando per le tue strade, richiamati costantemente a far attenzione ai cornicioni pericolanti, osservando le facciate dei tuoi edifici di cui ci facevano notare le crepe, i dissesti, le finestre con vetri sfondati o assi inchiodate, e i fregi spariti, salendo le tue scale, percorrendo corridoi e camerate con pavimenti ingombri di calcinacci ed intonaco scrostato… abbiamo concluso che non è tutta colpa dell’ailanto, detto anche l’albero del paradiso (Che ironia!).
È vero che robusti arbusti popolano i tetti, letteralmente esplodendo tra le tegole.
È vero che alberi con corredo di folti rami si affacciano sfrontati alle finestre.
Ma lo stato di degrado in cui tu versi, non è, e lo ribadiamo, solo colpa dell’ailanto che, comunque, ha agio di crescere a lungo indisturbato visto che arriva a diventare albero rigoglioso.
Per esempio… che cosa ci fa un ristorante in muratura costruito di recente entro la tua cinta? Ci hanno raccontato che doveva essere struttura temporanea, ma calce e mattoni la raccontano diversamente. Ci hanno raccontato di tuoi locali divenuti magazzini privati ad uso gratuito.
Eppure, calati giù nei tuoi sotterranei, saliti fin sui tuoi tetti, abbiamo ammirato una bellezza straordinaria.
Per questo ci chiediamo per quale motivo tu, testimone di tanta nostra storia, i Savoia, Napoleone, le Guerre d’Indipendenza fino all’ultimo conflitto, tu, unico esempio di fortezza europea inserita nel suo contesto originario, sei trattata come un ospite tollerato ed ingombrante.
In altri paesi europei, come spesso constata amaramente chi viaggia, saresti stata da subito posta in luce in modo da richiamare folle di turisti. E i cittadini di Alessandria avrebbero di certo avuto un gran beneficio anche per la loro economia. Invece…
Mesi fa avevo già posto, in un’ interrogazione, una serie di quesiti sul tuo degrado e su certe iniziative un po’ discutibili.
Dopo quanto abbiamo visto, Tiziana Beghin ed io ti promettiamo di continuare ad occuparci dei tuoi problemi e di cercare soluzioni. Perché tu venga rispettata nella tua bellezza e integrità in quanto patrimonio di noi tutti.

IMG_2016-02-22 20:07:57

Rispondi